Il germoglio di bambù è molto usato nella cucina orientale. In Italia e in Europa è ancora poco noto, da molti è visto come un cibo esotico e viene acquistato, già conservato, in vasetti o buste. Allora conosciamolo meglio!

Che cos'è il germoglio di bambù?

Il germoglio è la piantina che nasce dalle radici e che dà vita a una nuova canna. Nei bambuseti a primavera il terreno si costella di tanti germogli che gli agricoltori raccolgono a mano.
All’esterno il germoglio è ricoperto da un involucro di foglie spesso e resistente che proteggono la polpa interna che invece è croccante e di un bel colore bianco panna.
Il sapore è delicatissimo e per questo viene usato in una infinita quantità di preparazioni e accostamenti, perché esalta i gusti dei cibi ai quali viene abbinato.

Le proprietà del germoglio di bambù

La vera grande ricchezza del germoglio di bambù risiede nelle sue capacità nutraceutiche.
I suoi elementi nutritivi sono stati studiati dalle università dello Stato di Washington, del Panjab in India e dall’Università di Bari.
I germogli di bambù offrono diversi benefici per la salute del nostro organismo e trattandosi di un vegetale povero di grassi e zuccheri, con solo 27 calorie, risulta indicato anche nelle diete ipocaloriche.
Inoltre i germogli sono caratterizzati da interessanti elementi che contrastano l’azione dei radicali liberi. I radicali liberi sono molecole che si sviluppano nel nostro organismo e che tendono a danneggiare tre componenti vitali della cellula: i lipidi, le proteine e gli acidi nucleici, rendendole soggette così a invecchiamento e a degenerazioni tumorali.
Altra proprietà del germoglio di bambù è la capacità di abbassare il livello di colesterolo nel sangue, e di contribuire a migliorare l’appetito e la digestione.

Il germoglio di bambù: un concentrato di sostanze benefiche

Il germoglio è ricco di vitamine e minerali. La vitamina più presente è la E, solitamente contenuta in abbondanza nei semi oleosi. Invece il germoglio di bambù è privo di grassi, e quindi può essere considerato un ottima fonte anche quando si segue un regime dimagrante.
La vitamina E è un potente antiossidante che coadiuva le cellule dell’organismo a proteggersi dall’azione dei radicali liberi e dall’invecchiamento precoce, aiuta il sistema immunitario e rafforza le difese, migliora l’ossigenazione, mantiene sani i nervi e protegge da alcuni tipi di tumore.
Sono presenti anche le importanti vitamine del gruppo B, fondamentali per il corretto funzionamento metabolico del corpo. I quantitativi di tiamina, riboflavina, niacina, vitamina B-6 (piridossina) e acido pantotenico sono rilevanti.

Le analisi di laboratorio mostrano la presenza di minerali come rame, ferro e manganese.
Il rame entra in gioco in importanti processi metabolici ed è indispensabile per il mantenimento delle ossa, dei tessuti connettivi, del cuore e del cervello.
Il ferro è necessario per la formazione dei globuli rossi e la respirazione cellulare.
Molto importante è anche il potassio, presente in buone quantità nel germoglio di bambù (533 mg per 100 gr), che serve al controllo della pressione sanguigna e regola il contenuto di acqua nelle cellule.

L’estratto di bambù risulta essere molto ricco di silice, un minerale benefico capace di prevenire osteoporosi, dolori ossei, e invecchiamento precoce della pelle.

Bambita: il germoglio di bambù italiano

Viste le notevoli qualità del bambù è importante inserirlo nella dieta di tutti i giorni. Per questo gli chef di CBI hanno creato Bambita, la linea tutta italiana che ha unito le virtù del germoglio di bambù con il gusto mediterraneo, oppure hanno sapientemente dosato i tocchi esotici della salsa di soya e delle zenzero in ricette piene di sapore e di bontà.
Guarda qui tutta la linea e le ricette. Scopri quella che ti piace di più o mandaci un tuo piatto creato con i germogli di bambù. Lo proveremo personalmente e lo pubblicheremo sul sito!

Scopri tutti i gusti